MATERA, capitale europea della cultura 2019 e NUOVE INFRASTRUTTURE

MATERA, Capitale Europea della Cultura 2019.

Nel corso del 2018 sono stati realizzati lavori per adeguare le infrastrutture del materano, in previsione dell’importante evento culturale internazionale che porterà un elevatissimo numero di visitatori.

Degna di nota la nuova stazione ferroviaria, che ha richiesto anche interventi di regimazione delle acque meteoriche, ricadenti nelle aree impermeabili (strade e piazzali) delle zone adiacenti.

I progetti preliminari, poco dettagliati dal punto di vista della criticità idraulica, prevedevano l’utilizzo di sistemi di raccolta, accumulo e gestione delle acque meteoriche, costituiti da tradizionali ed economici manufatti cementizi.

In fase di redazione del progetto esecutivo, realizzato dallo studio di ingegneria dell’Ing. Giuseppe Capolupo di Matera, sono stati svolti i necessari approfondimenti e verifiche per evitare eventuali criticità.

In primo luogo si è identificata la rete esistente per lo smaltimento delle acque meteoriche, e la problematica dovuta al tunnel sotterraneo della stazione di Matera Centrale, che impediva di fatto l’attraversamento di tubazioni di grande diametro.

Inoltre è stato rilevato un reale rischio idrogeologico derivante dall’assenza di adeguate garanzie di tenuta idraulica fra gli elementi in materiale cementizio.

La miglior soluzione dal punto di vista progettuale, dopo attente valutazioni, è ricaduta sul sistema SGK Tanks, composto da tubi in polietilene (PE) di grande diametro con profilo di parete strutturato, che, grazie al sistema di giunzione a bicchiere elettrosaldabile, di semplice e veloce esecuzione, ha garantito sicurezza di tenuta e di resistenza alla deformazione sotto carico.

Il sistema SGK Tanks ha permesso inoltre di superare le difficoltà legate a spazi di cantiere ridotti, garantendo la continuità dei lavori in condizioni ottimali di sicurezza.

Pertanto le caratteristiche vincenti che hanno fatto scegliere la soluzione SGK sono state:

  • LA LEGGEREZZA DEI MANUFATTI IN PE, ha contribuito ad una migliore e più agevole cantierizzazione

  • RIDUZIONE DEI TEMPI DI REALIZZAZIONEdell’infrastruttura impiantistica.

  • RIDUZIONE DEI RISCHI PER GLI OPERATORI di cantiere (sicurezza attiva).

Le tubazioni SGK si affermano, anche in questo caso, per le loro vantaggiose caratteristiche tecniche e di sicurezza, soddisfacendo in pieno le aspettative di qualità e durabilità dell’opera.

Per approdimenti sul prodotto SGK clicca:

Se sei un progettista e necessiti di supporto tecnico per valutare la soluzione SGK all’interno progetto puoi farlo: